Dom. Ott 20th, 2019

MEDIA MYSTERY

RACCONTIAMO MISTERI IN TV

IL GIGANTE DI KANDAHAR

Diego Antolini
 
IL TESTIMONE Steven Quayle ha parlato di un avvenimento, ancora classificato dal governo degli Stati Uniti, nel suo popolare programma radiofonico “Coast to Coast”: gli eventi presumibilmente avvenuti nel 2002 su una parte desertica dell’Afghanistan, quando una squadra dell’esercito degli Stati Uniti è scomparsa. Una task force per operazioni speciali è stata inviata per scoprire cosa era successo, e i soldati hanno camminato lungo un sentiero irregolare e montuoso fino ad arrivare all’ingresso di una grande grotta. Pezzi di equipaggiamento militare e equipaggiamento militare rotti erano sparpagliati nella radura. La Task Force stava per entrare nella caverna per esplorare i suoi recessi quando emerse un umanoide di 13 piedi, con la testa rossa, a sei cifre e con denti a doppio filo, che li attaccò. Secondo i testimoni, il gigante ha trafitto uno dei soldati con la sua lunga lancia che lo ha ucciso, prima che il resto della squadra potesse abbatterlo, sparandosi alla sua faccia per trenta secondi di fila. Il corpo del gigante fu imballato e caricato in un elicottero, e trasferito in un luogo segreto negli Stati Uniti per studio.  Basato sulla storia di Quayle, LA Marzulli è riuscito a identificare e intervistare uno dei membri della Task Force che ha effettivamente visto – e ucciso – il Gigante di Kandahar, quando l’evento è diventato noto. Il soldato disse che la sua squadra, alla ricerca della caverna, aveva fatto il giro di un gigantesco umanoide con una folta barba rossa e lunghi capelli dello stesso colore. All’interno della grotta c’erano resti di ossa umane, che portavano l’esercito a pensare che la creatura fosse un cannibale. Uno dei soldati è stato impalato dall’arma che il gigante ha brandito, una specie di lancia o lancia lunga, durante i 30 secondi di sparatoria (ci è voluto così tanto tempo per uccidere la creatura). Secondo il testimone, l’USG non ha rivelato l’evento e non ha intenzione di farlo in futuro, perché “i giganti non corrispondono al modo in cui spieghiamo il nostro mondo”.   Il gigante pesava circa 500 kg come stimato dalla squadra di aerei C-130 Cargo che trasportava il corpo…continua

More Stories

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 Copyright © All rights reserved | Newsphere by AF themes.