Dom. Ott 20th, 2019

MEDIA MYSTERY

RACCONTIAMO MISTERI IN TV

GLI OTTOMANI PER PRIMI SULLA LUNA?

“GLI OTTOMANI SONO STATI I PRIMI A RAGGIUNGERE LA LUNA”, AFFERMA IL PRESIDENTE TURCO.

ISTAMBUL

Gli ottomani sono stati i primi a camminare sulla superficie della luna, non Neil Armstrong, ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan, ieri, durante una cena iftar (fast-breaking) ospitata dalla Mezzaluna verde turca.

Erdoğan ha affermato che gli esploratori musulmani hanno raggiunto la Luna più di 300 anni prima dell’inizio del programma Appolo, promettendo di costruire una moschea “nel cratere” dove sono atterrati.

“Si sostiene che il primo uomo a camminare sulla luna fosse Neil Armstrong nel 1969”, ha detto Erdoğan. “In effetti, gli esploratori spaziali musulmani raggiunsero il nostro satellite 334 anni prima, nel 1635. Tutti conoscono la storia del famoso aviatore, Lagâri Hasan Çelebi, l'” Ottomano Rocket Man “, che nel 1633 fece il primo volo con razzo con equipaggio di successo. Cosa forse non lo sapete, è che ha tentato di raggiungere la luna, due anni dopo, e potrebbe benissimo esserci riuscito! “

La storia di Lagari Hasan Çelebi è stata sostenuta da un famoso commerciante e viaggiatore arabo del 17 ° secolo, Mehmed Zilli, noto anche come Evliya Çelebi. Nel suo famoso travelog, spiega che Lagari Hasan Çelebi lanciò in un razzo a 7 ali usando 50 okka (63,5 kg o 140 libbre) di polvere da sparo. È decollato da Sarayburnu, un sito al di sotto del Palazzo Topkapi a Istanbul.

Come scrisse Evliya Celebi, Lagari proclamò prima del lancio “O mio sultano! Sii benedetto, parlerò con Gesù! “, Prima di accendere la polvere da sparo del razzo. Poi è salito a più di 200 metri in aria ed è atterrato nel mare, a centinaia di metri dal suo punto di decollo. Nuotando a riva, avrebbe riportato: “O mio sultano! Gesù ti manda i suoi saluti! “.

La sorprendente affermazione del presidente Erdoğan ha generato alcuni sussurri e risate dal pubblico, una reazione che ha irritato chiaramente il politico turco. Ha sbattuto gli scettici per deridere le sue affermazioni, aggiungendo che presto avrebbe avuto le prove per sostenere le sue affermazioni.

“Perché non ci credi? Perché non hai mai creduto che un musulmano possa fare una cosa del genere, proprio come non hai mai creduto che i nostri antenati sarebbero riusciti a lanciare navi nel Corno d’Oro dopo averli trasportati attraverso la terra “ , ha detto Erdoğan, riferendosi al sultano ottomano Mehmet II conquista di Istanbul nel 1453. “Questa affermazione non è nuova. Un certo numero di accademici in Turchia e nel resto del mondo hanno fatto questa affermazione, e credo che abbiano ragione. La NASA potrebbe aver distrutto la maggior parte delle prove fisiche del successo ottomano durante la missione Apollo 11, ma cercheremo di trovare qualsiasi prova che possa essere sfuggita alla copertura. “

Il presidente turco, tuttavia, non ha dato alcuna precisazione sulle prove che si aspettava di trovare, né su come sperava di raccoglierle.

a storia di Lagâri Hasan Çelebi è considerata una leggenda dalla maggior parte degli storici, e la maggior parte degli esperti ritiene che sia impossibile che “l’aviatore” sia sopravvissuto a un volo nello spazio. Il suo primo volo è stato, infatti, affrontato in un esperimento dal programma televisivo MythBusters, l’11 novembre 2009, nell’episodio “Crash and Burn”. Il razzo costruito per lo show televisivo non aderì strettamente, tuttavia, alle descrizioni di Evliya Çelebi e il progetto finale non tentò di utilizzare i materiali del periodo;

Il team ha osservato che Evliya Çelebi non aveva specificato a sufficienza il presunto disegno usato da Lagâri Hasan, ma ha concluso che sarebbe stato “estremamente difficile” per una figura del XVII secolo, senza accesso alle moderne leghe di acciaio e alle tecniche di saldatura, atterrare in sicurezza o addirittura raggiungere la spinta. Questa conclusione è stata sostenuta dal fatto che, anche se il razzo re-immaginato è aumentato, è esploso a metà volo.

Fonte: 

More Stories

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 Copyright © All rights reserved | Newsphere by AF themes.